Francesco Tiradritti

Egittologo e direttore della Missione Archeologica Italiana a Luxor che opera presso il Complesso funerario di Harwa e Akhimeru (VII secolo a.C.). Ha scavato in Italia, Sudan e in Egitto. È membro del consiglio direttivo del Comitato per l'Egittologia dell'Icom e ha lavorato tredici anni come consulente presso la collezione egizia delle Civiche raccolte archeologiche di Milano. Ha insegnato egittologia a Napoli, Foggia e Torino. Nel 2004-2005 ha ottenuto la cattedra di eccellenza in Storia dell'Arte Dorothy K. Hohenberg presso l'Università di Memphis (Tennessee). Ha organizzato più di venti eventi espositivi a carattere egittologico in Italia e all'estero. È curatore e autore di opere tradotte in oltre dieci lingue.
Ultimi post di Francesco Tiradritti
Ankh-udja-seneb

Mi abbandona d’improvviso il mio cuore Al pensiero del tuo amore. Non consente che mi comporti come una persona: E’ schizzato via da dove si trovava. Mi impedisce di indossare…

Ottenere la vita eterna

L’altro ieri ho seguito l’ultima delle video-conferenze dedicate alle Radici della cultura occidentale su Corriere.it. C’era Eva Cantarella che parlava dell’origine del concetto di responsabilità nell’antica Grecia, basando le sua…

“Sic transit gloria mundi”?

Stamattina ho dovuto lasciare Montepulciano per recarmi a Roma. In due ore ho coperto il tratto di strada fino al casello di Fiano Romano, in altrettante quanto mi restava per…

Le idiosincrasie degli egizi

L’antico Egitto è quasi sempre visto come una terra ammantata di mistero. Questa concezione, ormai radicatasi profondamente nella nostra cultura porta a un fiorire di teorie assurde e stravaganti convinzioni.…

Ventitré anni d’Egitto

La prima volta che sono stato in Egitto era l’estate del 1988. Ero laureato da pochi mesi e facevo parte della Missione Archeologica dell’Università di Roma. Sergio Donadoni, il mio…

Un breve commento alle parole dell’Indignato quadrimillenario

  Ho lasciato volutamente senza commento la traduzione del testo tratto dal Papiro di Berlino 3024. Ho voluto che queste parole sedimentassero qualche ora o soltanto qualche minuto nello spirito…

Un indignato di 4000 anni fa

A chi posso rivolgermi oggi? I fratelli sono malvagi E gli amici di oggi sono privi d’amore. A chi posso rivolgermi oggi? Gli animi sono avidi E ognuno sottrae i…

Egittologi non si nasce…

Comincio con un ricordo: Carlo Vincenti che dà un calcio all’antologia di italiano.Liceo Ginnasio “Angelo Poliziano”, Montepulciano. Inizio estate 1980. Fine degli esami di maturità. Avrei voluto seguire l’esempio di…