Ascanio Celestini

Ascanio Celestini (Roma, 1972) autore, attore, cantante e regista. I suoi testi sono legati a un lavoro di ricerca sul campo e indagano nella memoria di eventi e questioni legate alla storia recente e all’immaginario collettivo. Tra i suoi spettacoli teatrali più conosciuti: "Radio clandestina" (2000), "Fabbrica" (2002), "Scemo di guerra" (2003), "La pecora nera" (2005), "La fila indiana" (2009), "Pro patria" (2011). Ha inoltre realizzato il documentario "Parole sante" (2007) presentato al Festival internazionale del film di Roma nella sezione Extra. Contemporaneamente è uscito il suo primo disco, anch’esso intitolato "Parole sante" (2007), dove sono raccolte le canzoni presenti negli spettacoli e alcuni inediti. Come autore, regista e attore ha realizzato il film "La pecora nera" (2010) in concorso alla 67a Mostra del cinema di Venezia. Tra le sue pubblicazioni si ricordano "Cecafumo. Storie da leggere ad alta voce" (Donzelli 2002), "Fabbrica. Racconto teatrale in forma di lettera" (Donzelli 2003), "Giufà e re Salomone" (Donzelli 2009), "Storie di uno scemo di guerra. Roma, 4 giugno 1944" (Einaudi 2005), "La pecora nera. Elogio funebre del manicomio elettrico" (Einaudi 2006), "Lotta di Classe" (Einaudi 2009), "Io cammino in fila indiana" (Einaudi 2011). Dal 2006 al 2011 ha partecipato alla trasmissione televisiva "Parla con me" condotta da Serena Dandini su Rai 3 e nel 2012 partecipa al gruppo di lavoro a La7 per la trasmissione "The show must go off".
Ultimi post di Ascanio Celestini
Un anarchico col trattino in mezzo, forse

Questo è il mio settimo e ultimo intervento nel blog del Sole 24 Ore. Ho scritto sempre alla fine della giornata. Dopo lo spettacolo. Dopo essere tornato dal teatro. Dopo…

Come una pasta alla carbonara

Faccio un incontro al Politecnico di Milano. Mi ci portano quelli del Piccolo dove in questi giorni sto facendo spettacolo. Devo raccontare come lavoro. Così parlo della pasta alla carbonara.…

Provenzano e il greco suicida ad Ancona: strappare il cielo di carta dell’informazione

“Poche ore dopo il suicidio di un detenuto greco nel carcere di Montacuto ad Ancona, un altro recluso nello stesso istituto di pena ha tentato di uccidersi, procurandosi dei tagli…

Il “teatro civile” non esiste

Mi intervista un giornalista. Scrive su un mensile. Si scusa perché mi sta per fare una domanda sul teatro civile. Mi dice che lo sa che questa definizione mi piace…

Chi si arrabbia ancora a teatro?

Qualche giorno fa Alessio Lega ha scritto un articolo nel quale ha raccontato il suo venticinque aprile passato nella casa che fu abitata dai fratelli Cervi e che oggi è…

Perché proprio questa storia?

Ci stanno quasi seicento chilometri da casa mia a Milano. Col furgone sembrano più lunghi. Parto presto e comincia subito a piovere. A Firenze mi chiama una giornalista “ma è…

Raccolgo storie e racconto storie, da artigiano

Mi chiamo Ascanio Celestini, figlio di Gaetano Celestini e Comin Piera. Mio padre rimetteva a posto i mobili, mobili vecchi o antichi era nato al Quadraro e da ragazzino l’hanno…