imprenditori.

Ieri in ufficio si è parlato di un progetto al quale in un modo o nell’altro esterni lavora da circa 10 anni. Partecipando alla riunione che doveva deciderne le sorti ci siamo accorti che il caso può essere preso ad esempio per raccontare più da vicino il nostro Faber.

È un grande gioco, a cui partecipano ogni anno migliaia di persone. Si svolge nelle piazze, intorno ai monumenti, nei teatri e davanti ai paesaggi di tutta Italia.
Persone di ogni età, nell’arco di una settimana si organizzano in gruppi per scoprire, riconoscere ed appropriarsi di beni e spazi pubblici.

Si chiamava esternìadi oggi si chiama allariscossa – giochi d’assalto ambientale.
Da sempre organizzato in collaborazione con il Fondo Ambiente Italiano, quest’anno per la prima volta dovrebbe svolgersi senza la partecipazione di sponsor. Come fare? La proposta che viene discussa in una prima riunione interna è di concentrare tutte le risorse in un unico luogo. Non più in tante città italiane in contemporanea, ma chiedendo ospitalità all’Aquila. Una parte d’Italia che soffre tutti i giorni, in cui il rapporto con il bene comune assume oggi significati storici.

allariscossa è un progetto che, come tante altre forme espressive contemporanee, è di difficile definizione. Ecco perché abbiamo deciso di accennarne in questa pagina.

Un’impresa senza scopo di lucro? E’ vero in parte (perché l’obiettivo è anche economico; deve essere pagato il lavoro di molti professionisti e collaboratori). Un investimento? Non proprio. Una missione umanitaria? Proprio no. Una campagna di comunicazione? Chissà. Un gioco di società?

www.esterni.org

www.fondoambiente.it

www. allariscossa.it

 

 
Commenti disabilitati Trackback Permalink | 19.04.2012
Condividi:

I commenti sono chiusi.