Impariamo ad imparare da chiunque abbiamo intorno

Nell’ultimo giorno da blogger mi sono tornati alla mente gli incontri della mia vita, cha a volte l’hanno cambiata, e altre l’hanno accompagnata.
Penso al Maestro Otello Bignami, liutaio di Bologna che con le sue parole ha dato avvio alla mia carriera di archettaio.
Alla mia domanda “come si mettono i crini ad un arco, Maestro?” lui semplicemente rispose: “si pettinano, si mette un tappo di qui e uno di là.”
Questo approccio mi ha trasmesso fiducia: allora ce la potevo fare, visto che la descriveva come una cosa molto facile.
Negli anni poi ho capito che intorno a quelle 2 semplici azioni ruotava un universo decisamente complesso.
Ma ormai c’ero dentro e sono andato avanti.
A volte da padre ho pensato di dover trasmettere ai miei figli tutta la mia esperienza in modo approfondito, dimenticando quanto la semplicità del Maestro Bignami mi avesse aiutato.
Ma così facendo li ho scoraggiati, forse perché loro non avevano l’esperienza necessaria a cogliere tutti gli aspetti della mia conoscenza.
Sicuramente quello che mi interessa trasmettervi oggi, è l’importanza della relazione a tutti i livelli.
Perché possiamo imparare da tutte le persone che abbiamo intorno, come quella volta che imparai una lezione sui crini di coda di cavallo usati nell’arco per sfregare e mettere in vibrazione le corde dello stumento.
Ero convinto che i crini migliori da utilizzare per le sostituzioni fossero quelli di cavallo maschio perché si diceva che le femmine li rovinassero con l’urina.
Parlandone un giorno con un contadino, persona molto umile e di scarsa cultura, mi fece notare con grande semplicità che le cavalle alzano la coda per non bagnarla.
Sono rimasto sconcertato: pensavo di essere una gran esperto di crini e non mi aspettavo certo che lui mi potesse insegnare qualcosa riguardo ai crini!!!
E invece ho dovuto ammettere che a questa cosa proprio non avevo pensato perché anche se utilizzavo tutti i giorni i crini, non avevo l’esperienza diretta con gli animali.
Quella volta per me è stata davvero una grande lezione di umiltà.

Grazie a tutti per aver avuto la pazienza di leggere le mie farneticazioni e scusate se tante cose le ho date per scontate. Grazie anche a chi mi ha ospitato, spero di non aver tradito le aspettative che avevano sul mio intervento.

Grazie ancora a tutti.

 
Commenti (2) Trackback Permalink | 15.04.2012
Condividi:

2 risposte a Impariamo ad imparare da chiunque abbiamo intorno

 
Commenti
 
  1. Volevo ringraziarLa per quello che, da profana, ho imparato seguendo il suo blog: soprattutto che l’archetto è una sintesi dei tre regni della Natura, grandioso!

  2. Giovanni Lucchi scrive:

    Grazie a voi per la pazienza nel leggermi, devo dire che è stato utile anche per me mettere a fuoco e in fila i miei pensieri sparsi… grazie ancora.