il ruolo del fango

Sono le 22. L’unica cosa che mi tiene ancora in studio a lavorare è il pensiero, o la speranza, che domani avrò una montagna meno alta da scalare se riuscirò a finire qualcosa adesso.

Sto lavorando su più cose contemporaneamente, e non aiuta.

Ci sono delle pagine di stacco dei capitoli del catalogo su Baruchello che devo ripensare. Solo il titolo non basta, o meglio c’è un’altra idea che è venuta a GB: inserire degli elenchi inerenti al tema del capitolo, una specie di archivio della mente su azioni e temi da svolgere. Le varie voci sono affascinanti soprattutto nel capitolo dell’agricoltura come strumento. Ad esempio:

MACCHINARIO AGRICOLO

Tipologia e caratteristiche. Ruolo del fango e della ruggine. Dove versare il grasso. Svitare a martellate. Uso del linguaggio pseudo meccanico-agricolo.

Il fatto di rifare la copertina e rivedere l’impaginazione di questo libro più volte, pur se fatto con piacere, penso che debba essere una specie di punizione: da ragazzo presi “a prestito” un libretto su Barucchello. Non conoscevo quell’artista ma mi piaceva molto e le finanze erano pessime.

Questi alcuni primi schizzi invece per un altro lavoro. Ancora non ho definito nulla però, ma mi serve schiarirmi le idee.

Colonna sonora della serata più tranquilla:

-Cage the elephant/ Thank you happy birthday

-PJ Harvey/Let England shake

-Ryuichi Sakamoto/BTTB

 

 
Commenti disabilitati Trackback Permalink | 21.11.2011
Condividi:

I commenti sono chiusi.