I am international

Ieri pomeriggio ho incontrato l’artista Sasha Sicurella mentre allestiva la mostra I AM: ITALY / I AM: ROMANIA che si inaugura stasera nello spazio di Viafarini DOCVA.

Oltre a essere la responsabile del dipartimento di educazione di Omi International Arts Center organizzazione newyorkese che gestisce un programma di residenza per artisti visivi, performer e scrittori, Sasha è fondatore e direttore di I am international.

I am International è una una fondazione che collabora con comunità e enti non governativi per sviluppare progetti rivolti a bambini con disagi mentali o che vivono in zone sovrappopolate del mondo.

In questa mostra presenta alcuni autoritratti fotografici scattati dai bambini di CAF ONLUS (Milano) e S.O.S. Bambini (Sighet, Romania).

Sasha mi ha raccontato che incontra i bambini per tre giorni e li coinvolge in diverse attività. Li fa cantare, ballare, disegnare, pitturare fino a generare momenti di gioco spontaneo. E’ in quell’attimo che chiede ai bambini di scattarsi delle fotografie.

Le immagini sono meravigliose. Mani, piedi, unghie, ombre che rivelano le emozioni dei bambini. Istantanee concepite in un momento estemporaneo ma capaci di raccontare un’ intera storia.

Sasha viaggia in tutto il mondo per raggiungere quei bambini che non hanno le abilità, i materiali, e le risorse per incorporare la creatività e l’espressione nel loro curriculum. Offre loro l’ opportunità di esplorare la propria identità attraverso l’arte e l’autoritratto fotografico.

Sasha non vuole “curare” ma creare esperienze immediate: un territorio spazio-temporale dedicato al riconoscimento di sé, all’espressione spontanea e al gioco autentico.

E’ stato stimolante e costruttivo parlare con lei. E’ importante per chi fa il mio mestiere confrontarsi, rinnovarsi e migliorarsi.

 
Commenti disabilitati Trackback Permalink | 17.11.2011
Condividi:

I commenti sono chiusi.