Wikimedia, il mondo di Wikipedia & co

Come forse si intuiva dal post di ieri, il mondo attorno a Wikipedia è complesso. Una delle ragioni risiede nella storia: non è un mondo costruito a tavolino e pianificato fin dall’inizio, ma è il risultato di stratificazioni successive, di nuovi progetti, figure ed enti che nascono in risposta a problemi e bisogni.

Wikimedia Movement Visualization by Saeed.Veradi, public domain
Wikimedia Movement Visualization by Saeed.Veradi, public domain

La storia di Wikipedia, come è stato ricordato più volte nel corso di quest’anno, inizia nel 2001: Wikipedia nasce come costola di Nupedia, un progetto di Bomis per la creazione di un’enciclopedia online a contenuto aperto scritta da esperti.

Nel dicembre del 2002, sulla scia di Wikipedia, viene aperto il progetto Wikizionario, per la creazione di un dizionario online libero e multiligue, in tutte le lingue, con significati, etimologie e pronunce .

A giugno del 2003 viene fondata Wikimedia Foundation, organizzazione non profit che ha come scopo sviluppare e mantenere progetti liberi e a contenuto aperto, da distribuire gratuitamente al pubblico con una licenza libera (missione poi aggiornata e ampliata alla fine del 2010).

Dopo la costituzione di WMF e fino al 2006 sono nati altri 7 progetti:

  • Wikiquote, una raccolta di citazioni
  • Wikibooks, dedicato ai manuali e ai libri di testo
  • Wikispecies, archivio di tutte le specie del pianeta Terra
  • Commons, un collettore di immagini, suoni ed altri file multimediali con licenza libera
  • Wikisource, una biblioteca digitale
  • Wikinotizie, una fonte di notizie di attualità
  • Wikiversità, progetto dedicato alle attività didattiche

A partire dal 2004 Wikimedia Foundation è stata affiancata da una rete di organizzazioni nazionali (i chapter), delle associazioni indipendenti che condividono l’obiettivo di WMF e la supportano in una specifica regione. Si occupano di raccogliere donazioni, organizzare eventi, raccontare i progetti e diffondere la cultura libera. I primi sono stati Wikimedia Deutschland, Wikimedia France e Wikimedia Italia.
I chapter non si occupano direttamente dei contenuti dei progetti, né sono proprietarie o responsabili deii server (che si trovano principalmente a Tampa, in Florida), né sono a capo della community (giusto per sfatare i primi miti comuni che mi vengono in mente, altri vengono chiariti qui).
In realtà anche WMF non si occupa direttamente dei contenuti dei progetti né è il capo della community, anche se il suo board emette periodicamente delle policy che devono essere applicate su tutti i progetti (come ad esempio questa).

Ogni progetto poi, al suo interno, differenzia gli utenti per ruoli: l’acquisizione di alcuni ruoli avviene semplicemente per anzianità, mentre per altri è necessario presentare una candidatura e venire eletti dalla comunità.

Diagram of User Access Level by Pfctdayelise (Brianna Laugher), CC-BY-SA 3.0
Diagram of User Access Level by Pfctdayelise (Brianna Laugher), CC-BY-SA 3.0

In un mondo così costruito non è sempre facile sapere chi è l’interlocutore che si ha di fronte o a che titolo vi sta parlando. Io ad esempio sono:

  • una vecchia wikipediana, nonché ex-amministratrice
  • fondatore e attuale presidente di Wikimedia Italia
  • ex-membro del consiglio direttivo di Wikimedia Foundation
  • amministratore di Wikisource
  • cattivissimo moderatore della mailing list in italiano di Wikipedia

e cerco sempre di chiarire con quale cappello sto parlando, a costo di stare zitta quando non c’è modo di distinguere tra i vari ruoli!

 
Commenti (4) Trackback Permalink | 10.10.2011
Condividi:

4 risposte a Wikimedia, il mondo di Wikipedia & co

 
Commenti
 
  1. Nemo scrive:

    Traditrice, ti sei dimenticata che sei anche amministratrice *e burocrate* di Wikiquote? :-p

  2. antonella scrive:

    chi è il presidente di Wikipedia Italia?

  3. Frieda Brioschi scrive:

    Nemo hai ragione, scusa, ho fatto un elenco a memoria senza riflettere sui vari progetti!

  4. Frieda Brioschi scrive:

    Antonella in realtà non solo non c’è un presidente di Wikipedia (ma solo delle varie Wikimedie!) ma non esiste neanche una “Wikipedia Italia” (il progetto è su base linguistica non nazionale, quindi in realtà esiste una “Wikipedia in italiano”)