Più libri, più sviluppo

Fra tre settimane a Matera faremo il Forum del libro, che riunisce insegnanti, bibliotecari, librai, editori a discutere di promozione della lettura. Sarà un’occasione per confrontare punti di vista anche molto diversi,come si è visto nel dibattito sugli sconti sui libri. A Matera vorremmo superare gli steccati corporativi e professionali abbozzando una legge di iniziativa popolare che promuova la lettura dei libri come mezzo di sviluppo economico e sociale,oltre che culturale. Non è un caso se nei paesi in cui si leggono più libri – ad esempio nel Nord Europa – si leggano anche più giornali, si vada più al cinema, si navighi più su Internet… ma anche ci sia meno corruzione, le donne contino di più e ci sia perfino un maggior uso dei preservativi!
Non so se tra cinquant’anni i libri circoleranno ancora, perlomeno quanto circolano oggi. Se così non fosse spero che al loro posto ci siano mezzi di comunicazione in grado di ospitare la stessa larghezza e profondità di pensiero, la stessa capacità di immaginazione, la stessa possibilità di viaggiare nel tempo e nello spazio…

 
Commenti disabilitati Trackback Permalink | 2.10.2011
Condividi:

I commenti sono chiusi.