La cultura è una stella cometa

A pensarci bene questa è stata una settimana in cui sono successe molte cose. Ho iniziato a scrivere nel Faber Blog domenica scorsa e in soli sette giorni Marchionne ha divorziato dalla Confindustria, l’Italia economica è stata declassata prima dalla Moody’s e ora dalla Fitch, Amanda Knox non è più colpevole del delitto di Perugia, Steve Jobs lascia sola la famiglia Apple, il Maggio Fiorentino rientra in sciopero.

Una settimana come tante ma particolarmente pregna di avvenimenti non solo importanti ma che rappresentano alcune tematiche cruciali della nostra attualità. Sono l’economia, il lavoro, la giustizia, la rete e la cultura. Questi sono solo alcuni dei temi fondamentali del Terzo Millennio ma molti altri sono in ebollizione in attesa delle prossime settimane o dei prossimi mesi.

Tra tutti il tema della cultura è forse quello meno importante. In un momento così tragico bisogna necessariamente stilare una graduatoria di priorità ma è leggero il non riflettere sul fatto che la cultura investe il campo dell’economia, del lavoro e della rete.

È come se in un ipotetico universo di problematici pianeti, stelle e galassie la cultura rappresenti il sole che assorbisce e irradia riscaldando e creando la vita. Sta al centro di quell’universo fatto di miriadi di presenze e di oggetti che, se solitari, non hanno un senso concreto e implodono in stessi come sta avvenendo in questo difficile momento.

Non so se il bimbo del blog di ieri interrogato da Klee stesse rappresentando un sole ma si sa che i bambini disegnano spesso il sole con grandi occhi. Amano il sole e la luna, la musica e le matite colorate, il suono dei tamburi e i riverberi della luce.

Dovessi pensare a un’altra iconografia planetaria rappresenterei la cultura come una stella cometa. Questa passa e rischiara portando la buona novella ma ciò accade di tanto in tanto e oggi, per mettere in relazione i diversi temi dell’attualità, c’è bisogno di novelle migliori di quelle di cui abbiamo letto in questa settimana.

 
Commento (1) Trackback Permalink | 8.10.2011
Condividi:

Una risposta a La cultura è una stella cometa

 
Commenti
 
  1. elisabetta gazzi scrive:

    Bella la metafora della stella cometa….la buona novella è in qualche misura duratura per quelli che ci credono. Ahimè questi sono tempi bui e le comete bisogna talvolta immaginarle per trovare la forza di risvegliare le coscienze. Consideriamo, dal latino considerare ” contemplare le stelle”, che una forma di fede è in fondo è anche la fiducia che si ripone nel futuro. Che è già arrivato.