Il papà di Wikipedia

Oggi sono stata a Bologna. CNA organizzava “Organismi – Il Festival dell’intelligenza collettiva” e hanno invitato Jimmy Wales, il fondatore di Wikipedia, come keynote speaker.
Prima del festival si è tenuta una conferenza stampa in cui Jimmy ha parlato dello sciopero di it.wiki e ha risposto a varie domande sul futuro di Wikipedia, sulla crisi economica, sull’impatto del web sull’economia reale, ecc.

Del suo intervento pubblico mi hanno colpito alcune cose:

  • quando ha parlato di Wikipedia e libertà di stampa, è partito parlando della Cina. Non c’era nulla di nuovo per me in quello che stava raccontando, ma in effetti, immersa come sono nei fatti contingenti, mi ha ridato un minimo di prospettiva (Wikipedia in Cina è stata bannata per anni, dalle Olimpiadi è diventata accessibile anche se vengono filtrate alcune pagine scottanti tipo Tiananmen)
  • in chiusura ha detto di essere molto ottimista per il futuro, per la libertà di parola e la democrazia digitale
  • interpellato sulla situazione italiana ha detto che a suo parere in Italia c’è un certo livello di libertà, ma è una situazione imperfetta e la gente deve vigilare

Dietro le quinte abbiamo scambiato tre parole, non c’è stato tempo per altro, e lui mi faceva notare come in un’intervista avesse ricordato la sua prima volta in Italia: a Genova, giugno 2004, per il primo raduno nazionale; mi ha fatto sorridere, al di là del ricordo piacevolissimo che condivido anch’io, perché giusto due giorni fa parlavo qui dei raduni.

 
Commenti disabilitati Trackback Permalink | 14.10.2011
Condividi:

I commenti sono chiusi.