Vie nuove

Anche l’organizzazione dei testi risulta radicalmente trasformata: com’è possibile strutturare una visione del mondo nelle 140 battute di Twitter? E che ruolo ha l’editore quando sembra che ogni autore possa raggiungere direttamente i propri lettori attraverso la rete? Certo occorre trovare vie nuove. Ad esempio, nella costruzione del programma del festival abbiamo fatto un vero lavoro editoriale insieme a Stefano Rodotà. Solo che invece di discutere i titoli dei capitoli di un libro abbiamo concordato quelli delle relazioni dei diversi ospiti. E invece di assicurarci della chiarezza della scrittura abbiamo pensato all’efficacia oratoria…

 
Commenti disabilitati Trackback Permalink | 25.09.2011
Condividi:

I commenti sono chiusi.